Indagini della Polizia

Badante romena trasformata in schiava sessuale, arrestata connazionale

Aveva lasciato la Romania e i suoi quattro figli per un posto da badante in Italia, ma poi è stata costretta a prostituirsi tra Molise, Puglia e Basilicata. In carcere è finita una donna romena di 24 anni che ha costretto una connazionale di 28 anni a dormire in un casolare abbandonato nelle campagne foggiane, e poi, durante il giorno, a cercare clienti in provincia di Foggia, Potenza e Campobasso. Alla vittima erano stati sottratti documenti e poi minacciata di ritorsioni sui familiari se non avesse accettato di 'vendersi'. Le indagini della polizia sono scattate a seguito delle segnalazioni giunte dai familiari della 28enne di cui non avevano avuto più notizie. La romena è stata rintracciata l'8 settembre scorso a Termoli, in provincia di Campobasso. La sua testimonianza è stata fondamentale per emettere il provvedimento restrittivo mentre proseguono le indagini per individuare i complici della 24enne.

Categoria:

style="display:inline-block;width:700px;height:450px"
data-ad-client="ca-pub-6299606116180155"
data-ad-slot="1425394020">