coldiretti

Maltempo, ancora neve e gelo in Puglia: emergenza agricoltura

"Va aggiunto un provvedimento legislativo - aggiunge il direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - per il quale chiediamo l'interesse ed il pieno sostegno di tutti i parlamentari, affinchè il Governo stanzi risorse idonee ad aiutare le nostre imprese agricole e zootecniche che hanno perso prodotti, strutture e impianti produttivi

Continua a nevicare in Puglia anche a quote basse, da ore nevica anche a Bari ma per fortuna in citta' non si deposita sulle strade e la viabilita' e' pe'er il momento e' regolare. Ben piu' problematica la situazione nelle campagne come denuncia la Coldiretti. "Stanno morendo gli animali perche' bevono acqua ghiacciata - denuncia il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - spesso non riescono neppure ad essere abbeverati a causa del congelamento delle condotte idriche e stiamo registrando casi di congelamento degli impianti di mungitura, tutte concause che hanno portato in pochi giorni alla perdita del 35% di latte. Quello che gli allevatori riescono a mungere in molti casi non possono consegnarlo a causa delle strade tuttora impraticabili e dell'isolamento da cui aziende agricole e zootecniche non riescono ad uscire". Coldiretti Puglia sollecita la Regione Puglia affinche' venga formalizzata la richiesta di declaratoria di stato di calamita' naturale. "Va aggiunto un provvedimento legislativo - aggiunge il direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - per il quale chiediamo l'interesse ed il pieno sostegno di tutti i parlamentari, affinche' il Governo stanzi risorse idonee ad aiutare le nostre imprese agricole e zootecniche che hanno perso prodotti, strutture e impianti produttivi. Lo scenario tarantino con i vigneti piegati irrimediabilmente sotto il peso di neve e ghiaccio, le distese di ortaggi a Bari e Foggia distrutte dal gelo e le tonnellate di latte buttate in pochi giorni impongono uno sforzo che il Fondo di Solidarieta' Nazionale, attivabile con la dichiarazione di stato di calamita', non puo' sostenere". In ogni caso la dichiarazione di stato di calamita' naturale - sottolinea Coldiretti Puglia - prevede, nel caso in cui le avversita' atmosferiche incidano negativamente sulla produzione lorda vendibile annuale delle singole aziende agricole interessate, in misura non inferiore al 30% della produzione ordinaria, l'attivazione degli interventi contributivi e creditizi.

Categoria:

Regione: