Trump, 'fake news' per promuovere film horror Hollywood

Fake news per promuovere un film dell'orrore su un falso centro benessere: "A Cure for Wellness", del regista Gore Verbinski. Cosi' la 20th Century Fox, colosso cinematografico di Hollywood, nell'era della post-verita', ha orchestrato la sua creativa campagna per la distribuzione della pellicola in uscita nelle sale cinematografiche Usa il prossimo 17 gennaio. Secondo quanto riporta il Politico, ha fabbricato siti di fake news, versioni web di improbabili testate giornalistiche locali, tutte registrate nel 2017, come il SaltLakeCityguardian.com, lo Houstonleader.com o il Sacramentodispatch.com, diffondendo bufale che, in alcuni casi, sono diventate virali. La piu' recente e' quella del Sacramento Dispatch (Sacramentodispatch.com), secondo il quale il presidente Donald Trump avrebbe negato aiuti federali agli sfollati con abitazioni nelle vicinanze della diga Californiana a rischio collasso, a Oroville. Ovviamente la notizia conteneva l'hashtag '#CureForWellness' sebbene non avesse nulla a che fare con il resto dell'articolo. Molto ripresa anche la bufala su Trump e il presidente russo Vladimir Putin insieme, prima delle elezioni, in un centro benessere svizzero, non a caso un'ambientazione simile a quella del film. La campagna pubblicitaria del film e' stata lanciata al Super Bowl, la finalissima di football americano che e' tra gli eventi sportivi piu' seguiti del pianeta, con un spot sembrava quello di una casa farmaceutica che proponeva "una cura" dagli effetti collaterali terrificanti, "dalla pazzia all'automutilazione, dalla rabbia assassina alla dipendenza dal dolore". Il film e' incentrato "su una falsa cura che rende la gente piu' malata", hanno spiegato in una nota la 20th Century Fox e la New Regency (che ha prodotto il film). "Per pubblicizzarlo sono stati creati falsi siti di benessere e "ci siamo alleati - si legge nel comunicato - con creatori di fake news per pubblicare fake news".

Categoria: