Medicina

In Italia 20 mila bimbi con il diabete, una malattia in aumento

In Italia 20 mila bimbi con il diabete,una malattia in aumento

L'incidenza di questa patologia è in aumento in tutto il mondo e non sorprende che oggi il diabete mellito rappresenti la più frequente malattia endocrina dell'età pediatrica

In Italia vivono circa 20.000 bambini ed adolescenti affetti dal diabete mellito, quello di tipo 1 è una patologia metabolica cronica autoimmune nella quale il pancreas non è più in grado di produrre insulina.
Perche' tanti casi di diabete infantile o giovanile?
Tra le cause responsabili di tale incremento: le abitudini alimentari scorrette e uno stile di vita eccessivamente sedentario. Questo contribuisce a diffondere il diabete di tipo 2, generalmente diagnosticato in soggetti più avanti con l’età. Nei più piccoli l’eccessivo consumo di merendine, di cibi grassi, di bevande gassate e ricche di zuccheri concesse ad ogni ora del giorno stimolano eccessivamente il pancreas. La ghiandola super sollecitata inizia a funzionare male e l’insulina prodotta non è più sufficiente a tenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue. Tutto questo, unito allo stile di vita sedentario, contribuisce appunto allo sviluppo del diabete.
All'esordio i sintomi sono sete intensa e frequente bisogno di urinare; perdita di peso rapida, nonostante la fame aumentata; perdita di zuccheri nelle urine (glicosuria). Nella fase più avanzata e più grave si arriva inoltre a manifestare respiro pesante e faticoso; alito acetonemico (con odore di mele marce o vinoso); stanchezza; stato soporoso; perdita di coscienza. Si ha un aumento della frequenza delle minzioni e della quantità di urine emesse e la madre può essere turbata soprattutto dal fatto che il bambino si svegli sempre più spesso di notte per urinare. La terapia del diabete di tipo 1 si basa nella somministrazione di insulina integrata in una programma nutrizionale e di attività fisica individualizzata. I Pediatri Diabetologi sono ormai tutti concordi sul fatto che il regime terapeutico che prevede tre o quattro somministrazioni di insulina o il microinfusore sottocutaneo, rappresenti il migliore approccio terapeutico utile anche per ritardare o prevenire le complicanze.
E' importante che i bambini e non solo, seguano alcune semplici regole per raggiungere una buona qualità di vita; alcune sono ovvie ed imprescindibili, altre dipendono dal carattere e dalla personalità di ciascuno: seguire una alimentazione corretta; fare attività fisica; perdere peso, se in sovrappeso, e cercare di non ingrassare; mantenere i livelli di pressione e di colesterolo sotto controllo, attraverso la dieta, l'esercizio fisico ed eventualmente ricorrendo a farmaci prescritti dal medico; effettuare controlli annuali degli organi bersaglio del diabete (occhi, cuore, reni); effettuare gli screening delle patologie autoimmuni associate al diabete; effettuare controlli periodici dal dentista; controllare l'igiene del cavo orale dopo ogni pasto: il diabete, infatti, aumenta il rischio di parodontopatie (infezioni delle gengive); esaminare spesso i piedi, anche tra le dita, dopo averli lavati con acqua tiepida e asciugati.
Nonostante tutti i tentativi fatti negli ultimi decenni, al momento non esiste alcun modo certo per prevenire il diabete di tipo 1. Molti trial clinici sono comunque in fase di sperimentazione per la prevenzione primaria e secondaria del diabete.

di SANDRA CASCHETTO