SERIE A

La Juve non si ferma, Roma e Napoli non mollano: ora la sosta

Bianconeri in festa dopo l'1-0 sulla Samp al Marassi

Le prime tre in classifica continuano a vincere, ma le distanze tra la capolista e le altre restano ampie. Il campionato si ferma per dare spazio alla Nazionale, alla ripresa sarà sfida diretta tra Napoli e bianconeri. Buffon supera il mito Boniperti in fatto di minuti giocati con la maglia della Juve

Un altro pezzo di scudetto sulla maglia della Juventus. Il successo per 1-0 (gol di Cuadrado) ottenuto a Genova contro la Sampdoria ha riproposto il volto meno glamour della squadra di Allegri, quello meno ispirato, con il risultato in bilico nonostante un predominio netto per un tempo, stile gara col Milan, fino alla sfuriata del tecnico costretto a richiamare così l'attenzione dei giocatori. Ma intanto è arrivata un'altra vittoria, fondamentale se si pensa che ora il campionato si ferma per dare spazio alla Nazionale e riprenderà con la sfida di Napoli, ultimo o quasi (poi ci sarà la trasferta a Roma) snodo del campionato. Nel finale della partita a Marassi infortunio a Dybala ma i primi esiti scongiurano conseguenze gravi: dovrebbe trattarsi di un semplice indurimento muscolare. Dato statistico di rilievo: Buffon ha superato il mito Boniperti nella classifica dei minuti giocati con la maglia della Juve.

All'ora di pranzo anche il Napoli porta a termine la propria missione vincendo a Empoli. Un successo messo in discussione dal recupero dei toscani nella ripresa, per un risultato che alla fine scontenta un po' l'incontentabile Sarri che stavolta se la prende con l'orario della partita ("fa schifo giocare a quest'ora") e in generale con la Lega accusata perfino di aver complicato, a causa del calendario, i piani della Roma eliminata in Europa League dal Lione. Inutile spiegare che certi orari sono figli delle esigenze televisive, le stesse che poi portano soldi anche a Sarri e a tutti i protagonisti del carrozzone del calcio.

Il sabato aveva proposto il successo di misura del Milan montelliano con il Genoa e il pareggio strappato dall'Inter in casa del Toro. Distanze immutate tra i nerazzurri e la Lazio che non è andata oltre lo 0-0 a Cagliari. Tornano a vincere in larga misura il Bologna con il Chievo (4-1) e l'Atalanta sul Pescara (3-0) mentre la Fiorentina completa il quadro con il suo 1-0 imposto a Crotone sui rossoblù.

L'Udinese ribalta lo svantaggio e affossa le speranze del Palermo. Poi in serata la Roma regola il Sassuolo imponendosi 3-1. In definitiva, Roma e Napoli ancora strenuamente attaccate al missile Juve. Questo dice il torneo prima della sosta, della ripresa che sarà caldissima e della Champions che porterà il Barcellona (3-2 in Liga al Valencia con mille prodezze ma anche alcune sviste difensive) al cospetto della capolista nostrana.

di LUCA BORIONI

Categoria: