Settore petrolifero

Saipem, ricavi trimestre -20%

Saipem, ricavi trimestre -20%
Amministratore delegato Saipem
Saipem conferma gli obiettivi fissati per l'intero 2017, anno in cui prevede di realizzare ricavi per 10 miliardi di euro, un'Ebitda di un miliardo di euro e un utile netto superiore a 200 milioni (inclusivo di circa 30 milioni di oneri di riorganizzazione). Inoltre Saipem stima di effettuare investimenti tecnici pari a 400 milioni di euro e di raggiungere un indebitamento netto di 1,4 miliardi di euro
Saipem ha chiuso il primo trimestre del 2017 con un utile di 47 milioni di euro, contro i 61 milioni realizzati nello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi sono ammontati a 2,263 miliardi di euro, in flessione del 20,3% rispetto ai 2,84 miliardi fatturati nel primo trimestre 2016. Saipem conferma gli obiettivi fissati per l'intero 2017, anno in cui prevede di realizzare ricavi per 10 miliardi di euro, un'Ebitda di un miliardo di euro e un utile netto superiore a 200 milioni (inclusivo di circa 30 milioni di oneri di riorganizzazione). Inoltre Saipem stima di effettuare investimenti tecnici pari a 400 milioni di euro e di raggiungere un indebitamento netto di 1,4 miliardi di euro. "Nel primo trimestre del 2017 Saipem ha espresso una performance solida, nonostante il perdurare di un contesto di mercato difficile. Continuiamo a potenziare il business e a fare in modo che Saipem sia nella posizione migliore per cogliere le opportunita' del futuro. Abbiamo rafforzato la struttura finanziaria, e la nuova struttura organizzativa sara' pienamente operativa nel secondo trimestre. Le condizioni sono sfidanti, ma la nostra azienda e' sulla buona strada". E' quanto ha affermato l'amministratore delegato di Saipem, Stefano Cao, nella nota con la quale sono stati diffusi i dati relativi al primo trimestre del 2017. Saipem nel corso del primo trimestre del 2017 ha acquisito nuovi ordini per un totale di 509 milioni di euro (1,025 miliardi nello stesso periodo del 2016). Pertanto, il portafoglio ordini al 31 marzo scorso ammonta a 12,465 miliardi di euro (6,298 miliardi nell'area Engineering & Construction Offshore, 3,926 miliardi nell'Engineering & Construction, 2,241 miliardi nel Drilling), di cui 5,667 miliardi da realizzarsi nel 2017. L'Ebitda adjusted per il trimestre e' ammontato a 256 milioni di euro (314 milioni nello stesso periodo dello scorso anno). Il risultato netto adjusted e' stato pari a 54 milioni, contro i 61 milioni del primo trimestre 2016. L'indebitamento finanziario netto al 31 marzo scorso erta pari a 1,605 miliardi di euro, con un incremento di 155 milioni rispetto a fine 2016, dovuto "alla variazione del capitale circolante".

Categoria: