digos

Lega, antagonisti contro Salvini nel Catanese: blitz e sequestri

Il materiale esplodente doveva essere verosimilmente utilizzato durante il corteo di protesta organizzato ieri ad Aci Castello contro il leader della Lega Matteo Salvini dal collettivo antagonista "Aleph", corteo che si e' sviluppato per le vie del centro cittadino, concludendosi regolarmente sul lungomare Cristoforo Colombo

Agenti della Digos della questura di Catania hanno sequestrato 31 torce fumogene da stadio e tre barattoli fumogeni nel corso di diverse perquisizioni nelle abitazioni di due militanti antagonisti etnei. Il blitz risale al 15 aprile. Il materiale esplodente doveva essere verosimilmente utilizzato durante il corteo di protesta organizzato ieri ad Aci Castello contro il leader della Lega Matteo Salvini dal collettivo antagonista "Aleph", corteo che si e' sviluppato per le vie del centro cittadino, concludendosi regolarmente sul lungomare Cristoforo Colombo. Ieri, pero', era stato annullato il comizio di Salvini fissato alle 19 in piazza, 'dirottato' poi in una sala d'albergo. La mattina del 14 aprile, a seguito di uno specifico servizio di osservazione della Digos ad Aci Castello erano stati peraltro individuati quattro militanti del collettivo "Aleph" all'interno del castello normanno, mentre stavano per esporre dalla terrazza uno striscione di colore bianco, lungo circa 5 metri e largo 1.40 metri, recante una scritta di dissenso nei riguardi del leader del Carroccio.

Categoria: