Taxi

Sindacati, nessuna partecipazione a sciopero farsa del 29/5

Sindacati, nessuna partecipazione a sciopero farsa del 29/5
"Non parteciperemo dunque ad alcun fermo nazionale, dichiarato con forme e modalità francamente discutibili e ammantato da generici inviti all'unita' che, in realtà, nascondono solo il tentativo di difendere interessi diversi da quelli dei lavoratori del settore".
Alcuni dei principali sindacati dei tassisti non aderiranno allo sciopero nazionale proclamato per il prossimo 29 maggio. "Abbiamo gia' detto che a nostro avviso, le preoccupazioni espresse da alcune organizzazioni in questo periodo, nascano non tanto dalla mancata realizzazione di quanto si e' impegnato a fare il governo per contrastare i diffusi fenomeni di abusivismo presenti nel settore e legati all'uso difforme di autorizzazioni di noleggio, in primo luogo i decreti attuativi di emanazione ministeriale, quanto dall'improvvisa consapevolezza che alcune delle probabili promesse fatte in via informale a strutture piu' economiche che sindacali, non saranno mantenute". E' quanto affermano in una nota Fit Cisl taxi, UilTrasporti taxi, Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Usb taxi, Fast tpnl Confsal e Faisa Confail taxi. "Non parteciperemo dunque ad alcun fermo nazionale, dichiarato con forme e modalità francamente discutibili e ammantato da generici inviti all'unita' che, in realtà, nascondono solo il tentativo di difendere interessi diversi da quelli dei lavoratori del settore. Siamo invece pronti a proclamare uno sciopero generale del settore - conclude la nota - con un blocco reale e totale del servizio, nel pieno rispetto delle normative vigenti, nel caso in cui il confronto con il Governo, dovesse assumere una piega non convincente".

Categoria:

Regione: