CALCIOMERCATO

Il colpo più imprevedibile dell'anno: Bonucci è del Milan

Un saluto a Vinovo e via per il bagno di folla a casa Milan. L'ultimo atto in bianconero per il forte difensore, ex idolo dei tifosi, ha preso tutti in contropiede. Affare da 40 milioni, la Juve li investirà su un centrocampista
Un ultimo atto così non poteva essere previsto neanche dal più cinico degli osservatori. Vale per tutti lo stupore per Del Piero: "Pensavo fosse uno scherzo". Leonardo Bonucci invece ha già salutato la Juventus. Un salto a Vinovo per definire - come si dice - gli ultimi dettagli e poi via per il bagno di folla a Casa Milan. Un esito davvero imprevedibile per il 30enne difensore centrale che negli ultimi sette anni con la maglia bianconera ha vinto 6 scudetti costruendo e consolidando un rapporto speciale soprattutto con i tifosi, mostrandosi apertamente come "uno di loro", trascorrendo in curva alcune partite, condividendo perfino le questioni private come i problemi di salute del figlioletto. Insomma, un legame speciale che oggi si spezza in ragione di un affare di mercato che non si può che definire clamoroso, perché sposta gli equilibri delle forze in campo, perché riporta il Milan in prima linea nelle quotazioni per lo scudetto. Un colpo da 40 milioni. Pochi? Forse sì visto che Bonucci è stato spesso valutato come il "difensore più forte in circolazione", non solo in Italia, e se ha scelto di non andare al City o al Barça bisogna probabilmente considerare i problemi di famiglia di cui sopra. Un colpo da 40 milioni e 6,5 d'ingaggio al giocatore che guadagnerà più di quanto guadagna il bomber Higuain alla Juventus. A proposito, se 40 milioni non sono cifra record, bisogna anche considerare che la Juventus non ha rilanciato. Come da tradizione quando un giocatore bianconero esprime la volontà di cambiare, viene immediatamente lasciato libero di partire. In fretta. Bonucci evidentemente non aveva più saputo ricostruire i rapporti con Allegri dal giorno di quella lite durante la partita allo Stadium con il Palermo. E aveva in seguito incrinato anche gli equilibri con il resto della squadra, da Barzagli a Dybala, fino al famigerato intervallo della finale Champions a Cardiff. Lui come Dani Alves. Tutta questa situazione ha determinato la scelta di Bonucci, ma anche la scelta della Juventus, fino alla realizzazione di un grande acquisto da parte del Milan. La Juve non cercherà un sostituto (Benatia e Rugani meritano più spazio), investirà i 40 milioni per un forte centrocampista, poi magari proverà ad anticipare l'arrivo di Caldara dall'Atalanta. E così le premesse del prossimo campionato diventano meno scontate del solito. Per adesso almeno.
di LUCA BORIONI

Categoria: