Cultura

A Palermo il "Move - Festival della poesia e delle arti"

Davide Rondoni
La prima edizione, organizzata dal centro culturale "Il sentiero" di Palermo, con il patrocinio del Comune di Palermo e all'interno del cartellone di "Palermo Capitale italiana dei giovani 2017", accogliera' le voci di due importanti poeti del panorama nazionale, Davide Rondoni e Massimo Morasso.
Palermo, 17 lug. - Palermo 'isola' degli artisti. Al via "Move - Festival della poesia e delle arti". Appuntamento domani sera allo Spasimo. Che cosa significa il movimento in un momento in cui ogni cosa sembra muoversi? Che cosa c'entra il movimento con l'arte? E con il destino? Saranno la poesia, la danza, la musica e la video-arte a dare forma e forse risposta a queste domande, confrontandosi con uno dei versi fondanti della tradizione culturale italiana: "L'amor che move il sole e l'altre stelle". La prima edizione, organizzata dal centro culturale "Il sentiero" di Palermo, con il patrocinio del Comune di Palermo e all'interno del cartellone di "Palermo Capitale italiana dei giovani 2017", accogliera' le voci di due importanti poeti del panorama nazionale, Davide Rondoni e Massimo Morasso. Il primo ha pubblicato diversi volumi di poesie e prosa, tra cui Apocalisse Amore (2008) e La natura del bastardo (2016) entrambi per Mondadori; ha fondato e diretto il Centro di Poesia Contemporanea dell'Universita' Alma Mater di Bologna ed e' il direttore artistico di vari festival, tra cui il "Piccolo Festival Essenziale" di Roma. Morasso, ha al suo attivo svariate raccolte poetiche tra cui La caccia spirituale (2012), nonche' di libri compositi come Il mondo senza Benjamin (2014), e' uno degli autori piu' consapevoli e avveduti della generazione degli autori nati tra la fine degli anni Cinquanta e la meta' degli anni Sessanta. L'ultima sua silloge, L'opera in rosso (Passigli), pubblicata nel 2016. La voce dei poeti sara' accompagnata dalla danza di Davide Cannata e Silvia Scalici, due giovani artisti palermitani della Dance Arts Faculty di Roma. Questi ultimi balleranno sulle note di Simone Piraino, musicologo e compositore che lavora presso il Teatro Massimo e collabora da anni con il Conservatorio "Bellini" di Palermo. La visione si fara' arte grazie allo sguardo di Alberto Culotta, regista cefaludese sperimentatore e permacultore che due anni fa ha girato il suo primo lungometraggio "Cometa" (2015) e che in questi mesi sta lavorando sulla sua seconda pellicola. La serata sara' articolata in tre momenti: alle 18.30 prendera' le mosse il "Bike Reading", una pedalata letteraria per il centro storico le cui tappe saranno scandite dalle voci di giovani poeti siciliani che si misureranno sul tema proposto dal festival. Questo primo momento partira' da via Crispi 106, presso Velo Tour e giungera' allo Spasimo. In quel luogo magnifico, dove le pareti rimangono protese come a voler indicare le stelle, alle 20.30 verranno svelate le sei foto vincitrici del bando fotografico. Alle 21 lo spettacolo di musica, danza, videoarte e poesia.

Categoria: