Luogo di traffici disumani e di morte

Mattarella, Mediterraneo: luogo sofferenze, torni legame civiltà

Mattarella, Mediterraneo: luogo sofferenze, torni legame civiltà
Mattarella a Matera per inaugurazione cattedra Maritain

"Il Mediterraneo e' stato luogo di scambi, di cultura, di commercio, di esperienze e di costumi. In questo periodo - ha detto Mattarella - e' un luogo di sofferenze, di traffici disumani, spesso di morte. Occorre fare prevalere e riaffermare in pieno il suo carattere di legame di civiltà, come e' stato prevalentemente nei secoli"

L'area del Mediterraneo torni ad essere luogo di incontro e legame tra civiltà. Questo l'auspicio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, oggi a Matera per l'inaugurazione della cattedra dedicata al filosofo francese Jacques Maritain. Il capo dello Stato ha preso spunto dalle iniziative dell'ateneo lucano che ha dedicato corsi di studio a Maritain e dalle finalità dell'Unesco per toccare i temi di oggi. "Il Mediterraneo e' stato luogo di scambi, di cultura, di commercio, di esperienze e di costumi. In questo periodo - ha detto Mattarella - e' un luogo di sofferenze, di traffici disumani, spesso di morte. Occorre fare prevalere e riaffermare in pieno il suo carattere di legame di civiltà, come e' stato prevalentemente nei secoli. Questa comunanza di paesaggi e di culture costituiscono l'humus, la base - ha detto ancora - per i diritti umani, per la pace, per il dialogo".

Categoria:

style="display:inline-block;width:700px;height:450px"
data-ad-client="ca-pub-6299606116180155"
data-ad-slot="1425394020">