Uno o più indagati

Morte del nuotatore Dall'Aglio, indagine per omicidio colposo

Morte del giovane nuotatore Dall'Aglio, indagine per omicidio colposo
Mattia Dall'Aglio
La Procura di Modena ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo in seguito alla morte del nuotatore Mattia Dall'Aglio. Il 24enne, nato a Montecchio Emilia, secondo una prima ricostruzione ha accusato un malore, domenica pomeriggio, mentre si stava allenando in palestra a Modena. I sanitari del 118, intervenuti sul posto, non hanno potuto fare altro che constarne il decesso
L'università di Modena e Reggio Emilia (Unimore), accogliendo la sollecitazione del rettore, Angelo Andrisano, "si sta adoperando per adempiere le procedure necessarie a consegnare nella prossima sessione di laurea autunnale del dipartimento di Comunicazione ed economia la laurea alla memoria a Mattia Dall'Aglio". La scomparsa del nuotatore 24enne ha "scosso profondamente" l'università di Modena e Reggio Emilia dove il giovane frequentava il corso di laurea triennale in Marketing e organizzazione d'impresa del dipartimento di comunicazione ed economia. "Quando muore un giovane - ha dichiarato Massimo Milani, delegato del Rettore per lo Sport- e' sempre dolorosissimo. Ma apprendere che e' stata stroncata la vita di un valido atleta, che nella carriera ha colto tante meritate soddisfazioni, cercando di dividere il suo tempo con la passione per gli studi, rende ancora piu' amara la notizia. Ora l'impegno dell'ateneo - ha concluso il docente di Unimore - e' quello di far si' che non dobbiamo piangere altri Dall'Aglio e tanti giovani possano coltivare con successo attività agonistiche e frequentare con profitto l'università". La Procura di Modena ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo in seguito alla morte del nuotatore Mattia Dall'Aglio. Il 24enne, nato a Montecchio Emilia (Reggio Emilia), secondo una prima ricostruzione ha accusato un malore, domenica pomeriggio, mentre si stava allenando in palestra a Modena. I sanitari del 118, intervenuti sul posto, non hanno potuto fare altro che constarne il decesso. Nel fascicolo, aperto come atto di garanzia per consentire tutte le verifiche del caso, ci sarebbero una o più persone indagate. "L'ipotesi per cui lavoriamo - ha detto il procuratore capo di Modena, Lucia Musti - e' l'omicidio colposo. Ovviamente daremo anche degli avvisi di garanzia a uno o più indagati". Questo perche' si tratta di "un atto garantito, un'autopsia che sara' fatta con ogni accertamento possibile anche sui liquidi biologici". Verifiche mirate ad accertare non solo lo stato di salute del 24enne ma anche l'eventuale assunzione di farmaci di qualunque natura che potrebbero, sempre in ipotesi, aver causato una situazione di pericolo.

Categoria: