Omofobia

Napoli, omicidio attivista gay: arrestato complice 51enne

Indagine per la quale e' gia' in carcere Ciro Guarente, 35 anni, che ha ucciso per gelosia l'uomo che conviveva con la sua ex ad Aversa, la trans Heaven Grimaldi
Napoli, 11 ago. - Concorso in omicidio, detenzione porto e cessione abusiva di armi. Sono queste le contestazioni che la Procura di Napoli Nord muove a un uomo di 51 anni residente nel quartiere Ponticelli a Napoli, coinvolto nell'indagine sulla morte dell'attivista gay Vincenzo Ruggiero. Indagine per la quale e' gia' in carcere Ciro Guarente, 35 anni, che ha ucciso per gelosia l'uomo che conviveva con la sua ex ad Aversa, la trans Heaven Grimaldi, e poi lo ha seppellito in un pozzetto in un autorimessa del quartiere napoletano di Ponticelli, poco distante da dove vive sua madre. Il provvedimento di fermo emesso dal pm e' stato poi convalidato dal gip del Tribunale di Napoli Nord. Il ruolo del 51enne nella vicenda ha avuto elementi di riscontro anche in un interrogatorio cui il pm ha sottoposto ieri Guarente.

Categoria: