vacanze

Salento, affitti a nero e "Case pollaio"

La Guardia di finanza di Gallipoli ha scoperto delle vere "case-pollaio". Abitazioni senza i minimi requisiti igienico-sanitari, affittate "in nero" e stipate all'inverosimile di turisti, soprattutto ragazzi tra i 16 e i 28 anni disposti a dormire, pur di risparmiare qualche euro, come successo in un caso, in un deposito con bagno senza finestre ne' impianto di areazione
Gallipoli (Lecce). Si sa che in un periodo di crisi, tutto si fa pur di risparmiare qualche euro e concederci ugualmente una vacanza, ma ciò a cui si sono adattati i giovani turisti che hanno deciso di godersi un pò di ferie in Puglia, lascia sbigottiti. La Guardia di finanza di Gallipoli ha scoperto delle vere "case-pollaio". Abitazioni senza i minimi requisiti igienico-sanitari, affittate "in nero" e stipate all'inverosimile di turisti, soprattutto ragazzi tra i 16 e i 28 anni disposti a dormire, pur di risparmiare qualche euro, come successo in un caso, in un deposito con bagno senza finestre ne' impianto di areazione. E' la 'scoperta' fatta a Gallipoli dalla Guardia di finanza impegnata dall'1 luglio in una serie straordinaria di controlli estivi in localita' di villeggiatura e citta' d'arte. Sotto la lente d'ingrandimento delle Fiamme gialle sono finiti i proprietari di seconde e terze case: 811 gli interventi eseguiti, che hanno portato al riscontro di 450 violazioni, 370 delle quali riguardanti proprio 'affitti in nero': quasi uno su due.

Categoria:

Regione: