SerpentiForm

Turandot, l'abito della prima al Metropolitan vola a Singapore

Dalla casa natale a Torre del Lago del grande Maestro, partirà alla volta del Sud Est Asiatico l'abito che è divenuto l'icona mondiale di Turandot nel mondo, arriverà a Singapore in occasione della Mostra SerpentiForm, il meraviglioso abito del secondo atto di Turandot, indossato da Maria Jeritza per la prima dell'Opera al Metropolitan Opera House il 16 novembre 1926
Lucca. Il segno toscano inconfondibile nell'opera lirica attribuito al musicista Giacomo Puccini, porta l'arte dei costumi teatrali di scena, in un lungo viaggio verso l'Oriente. Dalla casa natale a Torre del Lago del grande Maestro, partirà alla volta del Sud Est Asiatico l'abito che dopo l’esposizione a Palazzo Reale durante Expo 2015, è divenuto l'icona mondiale di Turandot nel mondo. Arriverà a Singapore in occasione della Mostra SerpentiForm, il meraviglioso abito del secondo atto di Turandot, indossato da Maria Jeritza per la prima dell'Opera al Metropolitan Opera House il 16 novembre 1926. S'inaugura a Singapore, all'Art Science Museum di Marina Bay Sands il 19 Agosto, una mostra che unisce Arte, Gioielleria e Design. L'esposizione, ideata e realizzata da Bulgari e curata da Lucia Boscaini, Bulgari heritage curator e dal dipartimento Brand Heritage della maison italiana, ha deciso di mostrare un capolavoro dell'abbigliamento dagli spiccati ornamenti orientali. La mostra ripercorre attraverso oggetti, gioielli, costumi, riferimenti e opere all'arte contemporanea di Joan Mirò, Marc Chagall, Keith Haring, Niki de Saint Phalle e le fotografie di Robert Mapplethorpe ed Helmut Newton, l'uso del serpente e del dragone quale emblema di seduzione, rinascita e trasformazione lungo l'intero percorso della storia dell'uomo, simboli radicatisi nell'immaginario dell'umanità. L'abito sarà sostituito all'interno della Casa Natale di Lucca da due costumi del primo e del terzo atto di Turandot.

Categoria: