Puntiamo per il lungo raggio di Alitalia

O' Leary, presenterà "proposta vincolante" per Alitalia

O' Leary, presenterà "proposta vincolante" per Alitalia
L'ad di Ryanair Michael O'Leary

Ryanair rimane com'e', una concorrente di Alitalia" ha precisato l'ad di Ryanair. Le due compagnie "rimarranno ben separate. Noi vogliamo acquisire Alitalia per renderla vincente. Perche' con un giusto focus, il giusto management e le giuste rotte Ryanair e Alitalia potranno continuare a crescere in tandem"

Ryanair "presenterà un'offerta vincolante" per l'acquisto di Alitalia, ma solo sull'asset lungo raggio, entro la scadenza del 2 ottobre. Lo ha detto il Ceo O'Leary, in conferenza stampa all'aeroporto di Bologna. "Abbiamo inviato la manifestazione di interesse - ha spiegato - parteciperemo alla proposta vincolante.
"Ci può essere un futuro molto positivo per il lungo raggio di Alitalia - ha detto O'Leary parlando con i cronisti all'Aeroporto di Bologna -. Se un domani Alitalia entrasse nel perimetro del nostro gruppo continuerebbe ad essere una compagnia diversa da Ryanair, anzi sarebbe addirittura concorrente sul territorio italiano. Il nostro focus e' sul lungo raggio che e' il vero core business di Alitalia e ha un grande potenziale". "Siamo interessanti ad Alitalia, ma non vogliamo trasformarla in una compagnia low cost sussidiaria di Ryanair. Ryanair rimane com'e', una concorrente di Alitalia" ha precisato l'ad di Ryanair. Le due compagnie "rimarranno ben separate. Noi vogliamo acquisire Alitalia per renderla vincente. Perche' con un giusto focus, il giusto management e le giuste rotte Ryanair e Alitalia potranno continuare a crescere in tandem". "In Italia ci sono rotte apprezzate in tutto il mondo. Tutti possono lavorare, basta saperlo fare". Ma "il problema di Alitalia e' che in questi anni il management si e' focalizzato sulla tratta Milano-Roma, ma ci sono tante altre rotte dove Alitalia puo' crescere senza entrare in conflitto con Ryanair". Il successo dell'operazione di acquisto "non e' garantito" ha proseguito O'Leary, anche se ci potranno essere vantaggi per "il lungo raggio e per l'occupazione". Serve comunque una ristrutturazione di Alitalia per garantire il successo dell'operazione, ha aggiunto. "Non importa chi acquisirà Alitalia, ma l'importante e' che venga ristrutturata".

Categoria:

style="display:inline-block;width:700px;height:450px"
data-ad-client="ca-pub-6299606116180155"
data-ad-slot="1425394020">