Crescita economica

Manovra, Boccia: "ripartire da debito e crescita"

Manovra, Boccia: "ripartire da debito e crescita"
"Il debito pubblico - ha spiegato - puo' scendere solo puntando sulla crescita economica del paese e delle nostre imprese". Per Boccia, fondamentale e' "riportare la questione industriale al centro del Paese, per diventare un grande laboratorio di attrazione di investimenti".
"Non avevamo grandi aspettative, non c'erano le risorse, ma l'importante e' non aver smontato le riforme realizzate. Adesso occorre dibattere su un piano di medio termine che abbia riferimento due grandi questioni: il debito e la crescita". Cosi' sulla manovra del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine dell'assemblea annuale di Confindustria dell'Umbria, ad Assisi. "Il debito pubblico - ha spiegato - puo' scendere solo puntando sulla crescita economica del paese e delle nostre imprese". Per Boccia, fondamentale e' "riportare la questione industriale al centro del Paese, per diventare un grande laboratorio di attrazione di investimenti". L'esempio e' quello "degli Stati Uniti, Cina e Germania, che stanno puntando sull'industria". Secondo il numero uno degli industriali, in Italia si e' "perso troppo tempo a dibattere sull'idea di priorita' della questione industriale: dobbiamo recuperare il tempo perduto, occorre una politica economica coerente, alcuni strumenti di governo sono positivi ma sono solo un primo grande passo". Facendo riferimento alle differenze economiche in Italia, ha poi aggiunto: "La questione industriale non puo' essere solo di una latitudine del Paese, ma di tutto, l'Umbria diventa centrale in questa logica di questione italiana".

Categoria:

Regione: