Trofeo capo degli Enotri

Catanzaro, il mito di re Italo sul ring

Catanzaro, il mito di re Italo sul ring
Il pugile di origine calabrese salira' sul ring allestito all'interno del PalaGiovino il 22 dicembre per il trofeo intitolato al capo degli Enotri, antico popolo stanziato in Calabria, che in suo onore successivamente si chiamo' Itali e diede il nome di Italia prima all'Istmo di Catanzaro, poi alla Calabria e infine all'intero territorio nazionale.
Giacobbe Fragomeni, campione del mondo WBC nel 2008 per la categoria dei pesi massimi-leggeri, indossera' idealmente i panni del mitico re Italo a Catanzaro. Il pugile di origine calabrese salira' sul ring allestito all'interno del PalaGiovino il 22 dicembre per il trofeo intitolato al capo degli Enotri, antico popolo stanziato in Calabria, che in suo onore successivamente si chiamo' Itali e diede il nome di Italia prima all'Istmo di Catanzaro, poi alla Calabria e infine all'intero territorio nazionale. Italo riusci' ad unire tutte le popolazioni calabresi creando una forte identita' e il trofeo "Re Italo" si pone tra i suoi obiettivi proprio creare una forte senso identitario tra pugili e atleti calabresi di kickboxing. Giacobbe Fragomeni sara' uno dei protagonisti della serata, che avra' il clou nell'incontro internazionale di kickboxing per il titolo Afso nella specialita' K1 categoria di peso 50,800 chilogrammi nella quale gareggera' Federica Arpino, atleta della Pro Fighting Santeramo, allenata dal maestro Graziano Lassandro.

Categoria: