Furti di pannelli solari, 21 arresti al Nord e all'estero

Due bande specializzate in furti nei parchi fotovoltaici di tutto il Nord Italia sono state scoperte dai carabinieri delle Compagnie di Cividale del Friuli (Udine) e di Gradisca d'Isonzo (Gorizia), che stamani con il coordinamento della Procura di Udine, hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip nei confronti di 21 indagati ritenuti responsabili di furto aggravato continuato in concorso in Italia e di ricettazione all'estero di cavi di rame e pannelli solari rubati. Il blitz si e' svolto nelle province di Udine e Torino e all'estero in Romania, Svezia e Germania. Nei tre Paesi sono 12 le persone che vengono ricercate per essere arrestate ed estradate in Italia. In Romania sono stati eseguiti anche provvedimenti di perquisizione e di sequestro finalizzati al recupero di numerosi pannelli fotovoltaici per un valore complessivo di oltre 300 mila euro. Le indagini, hanno interessato due bande criminali composte da romeni, alcuni provenienti dal Paese d'origine e altri dal Torinese, sospettati di una serie di furti commessi in parchi fotovoltaici di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Toscana. Le due bande erano specializzate rispettivamente in furti di rame in cavi e in furti di pannelli solari. Il materiale rubato veniva poi spostato all'estero o verso strutture di riciclaggio compiacenti attraverso i valichi confinari del Nord-Est. Maggiori dettagli dell'attivita' investigativa saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra' alle ore 11 al Comando provinciale dei Carabinieri di Udine.

Categoria: