Sisma Iraq-Iran, Khamenei mobilita corpi sicurezza: salvare vite

La Guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, ha mobilitato tutti i corpi di sicurezza per accelerare le operazioni di soccorso ed estrarre le vittime dalle macerie, dopo il forte sisma che domenica sera ha fatto tremare una zona montagnosa iraniana al confine con l'Iraq. Il sisma ha causato almeno 207 morti solo su lato iraniano. Khamenei ha ordinato il coinvolgimento nei soccorsi dell'esercito, dei Guardiani della Rivoluzione e della forza di Volontari Islamici Basij. La Guida suprema ha esortato "tutte le capacita'" del Paese a mettersi rapidamente in moto per estrarre chi e' sotto le macerie ed evitare un numero maggiore di vittime. Intanto il presidente iraniano, Hassan Rohani, e' in contatto permanente con il ministero dell'Interno. E' stato creato un comitato di crisi che ha gia' tenuto una riunione di emergenza per valutare l'entita' della tragedia. Secondo l'ultimo bilancio delle autorita' iraniane, i morti solo sul lato iraniano sono stati 207 e quasi 1.700 i feriti. Il sisma di 7,3 gradi sulla scala Richter ha causato importanti danni nei villaggi di Kermanshah, Ghasr Shirin, Sarpul e Azgale, e ha interessato anche l'Iraq.

Categoria: