ELIMINATI

Italia fuori dal Mondiale, la Svezia vince lo spareggio e stacca i biglietti per Russia 2018

Immobile, Belotti, Parolo e Chiellini si disperano dopo il triplice fischio
La partita del Meazza è lo specchio di tutto il percorso fatto sin qui. È anche vero che la Svezia non ha fatto nulla, ha solo subito il forcing dell'Italia, ma è anche vero che proprio questo tipo di gioco è stato impostato da Jan Andersson. La Svezia ha fatto quello che doveva fare, difendere la propria porta e il risultato ottenuto in casa.
Milano, 13 novembre 2017 - Storica eliminazione dell'Italia dai Mondiali di calcio. Sarà la terza competizione delle fasi finali senza la nostra nazionale dopo quella del 1930 dovuta ad un rifiuto della nostra federazione e quella del 1958, quando non si qualificò gettando nello sconforto più totale l'intera nazione quasi fosse un lutto. Questa nazionale ha convinto pochi sin da subito, senza un vero gioco che potesse scardinare le difese avversarie e lo ha dimostrato anche in questa occasione, dove il possesso di palla per quasi tutta la partita è stato degli azzurri ma con un attacco sterile, pochi tiri in porta che hanno davvero potuto impensierire il portiere. La partita del Meazza è lo specchio di tutto il percorso fatto sin qui. È anche vero che la Svezia non ha fatto nulla, ha solo subito il forcing dell'Italia, ma è anche vero che proprio questo tipo di gioco è stato impostato da Jan Andersson. La Svezia ha fatto quello che doveva fare, difendere la propria porta e il risultato ottenuto in casa. Le poche volte che si è presentata in area azzurra, ha “rischiato” di avere a favore due rigori, che l'arbitro Lahoz non ha fischiato come non li ha fischiati a favore dell'Italia, tutti netti. Gli attaccanti italiani ci provano ad entrare in area, anche qualche tiro da fuori che fanno gelare il sangue ai tifosi svedesi, ma tutti fuori misura o tra le braccia di Olsen. Ventura prova a cambiare marcia inserendo altri due attaccanti con Belotti ed El Shaarawy e sostituendo Darmian (oltretutto dolorante) con Bernardeschi. E proprio con questa spinta ulteriore e il tempo che sta inesorabilmente terminando che l'Italia costruisce le occasioni più importanti, come il tiro di El Shaarawy, che colpisce troppo bene il pallone mandandolo praticamente addosso al portiere. Tanti i cross in area svedese, ma con giganti in difesa, la maggior parte sono stati neutralizzati. Arriva anche Buffon, mai chiamato in causa durante la partita, a cercare un colpo di testa sugli ultimi corner a favore dei padroni di casa, ma non c'è nulla da fare. Tra la difesa ben impostata e la perdita di tempo per ogni rimessa dal fondo, la Svezia protegge il suo vantaggio e si qualifica alla fase finale dei Mondiali Russia 2018. Tifosi e giocatori italiani in lacrime dopo il triplice fischio finale, l'Italia è ELIMINATA.
di ANTONIO PILUDU

Categoria: