rivelazioni dell'Atlantic

Russiagate, Trump Jr: no timori per corrispondenza con WikiLeaks

Donald Trump Jr con il padre
Il figlio del presidente Donald Trump, Donald Jr, getta acqua sul fuoco delle rivelazioni dell'Atlantic sul suo scambio di messaggi privato con WikiLeaks durante le presidenziali, finito nel dossier dei parlamentari che indagano sul Russiagate. "Possiamo dire con fiducia che non abbiamo preoccupazioni per questi documenti e potremo rispondere facilmente nel forum appropriato ad ogni interrogativo che solleveranno", ha dichiarato in una nota l'avvocato del primogenito di Trump, Alan Futerfas. Donald Jr era gia' finito nel mirino delle indagini sul Russiagate per aver incontrato, durante le presidenziali, nella Trump Tower, l'avvocatessa del Cremlino Natalia Veselnitskaya che aveva offerto informazioni compromettenti sulla Clinton, allora rivale di Trump nella corsa per la Casa Bianca.
Il figlio del presidente Donald Trump, Donald Jr, ha pubblicato su Twitter il suo scambio di messaggi privati con WikiLeaks durante le presidenziali del 2016 e andati avanti fino allo scorso luglio. A rivelare la corrispondenza segreta e' stato l'Atlantic citando fonti del Congresso che stanno indagando sul Russiagate, ovvero sulle interferenze di Mosca nelle presidenziali Usa. "Ecco l'intera catena dei miei messaggi con WikiLeaks (con le mie grandiose risposte) che uno dei membri della commissione congressuale ha deciso di diffondere in modo selettivo. Che ironia", ha twittato Donald Jr, dopo le rivelazioni dell'Atlantic.

Categoria: