Catanzaro, detenuti calciatori nel "minorile"

Catanzaro, 15 nov. - Il calcio oltre le sbarre per superare pregiudizi, emarginazione, distanze, parlando il linguaggio universale dello sport. Una gara che non vedra' sconfitti, ma 22 vincitori, che si aggiudicheranno comunque, al di la' del risultato, le "medaglie della solidarieta'" messe in palio da un'associazione. Il match si giochera' sul campo da gioco dell'Istituto penale per minori "Silvio Paternostro" di Catanzaro, il prossimo 22 novembre. A fronteggiarsi saranno la squadra dell'Asd "Saint Michel" di Gioia Tauro (RC), guidata dal presidente don Gaudioso Mercuri, e quella dei detenuti minorenni. "L'esperienza nel carcere minorile - ha affermato il patron della Saint Michel - e' terreno fecondo per la nostra testimonianza cristiana. La nostra presenza vuole essere un supporto palpabile e motivato alla speranza che brilla negli occhi di tanti giovani, che desiderano che i sogni diventino certezze di vita". L'evento e' stato organizzato dalla presidente dell'associazione "Universo Minori", Rita Tulelli, impegnata nel comparto sociale. "Ringrazio don Gaudioso Mercuri - ha dichiarato la presidente - per aver accettato di condurre la sua squadra nell'Istituto. Sono sicura che sara' un evento pieno di sentimento sportivo, di lealta' e rispetto dell'avversario senza nessuna corsa per la vittoria".

Categoria: