Banche

Brunetta: "Padoan risponderà in Comm. inchiesta su derivati"

Brunetta: "Padoan risponderà in Comm. inchiesta su derivati"
"La Corte dei Conti in sede di parificazione del rendiconto ha denunciato l'opacita' del bilancio dello Stato, in quanto non erano disponibili i dati sui cosiddetti derivati. Ha denunciato, inoltre, la possibile sproporzione tra rischi assunti dalla Repubblica rispetto a quello dei singoli operatori. Si parla di 40 miliardi di euro. In altri termini, lo Stato italiano ha assunto un rischio che incide sull'equilibrio di bilancio e il Parlamento e' stato tenuto all'oscuro di tutto questo".
Lo ha detto Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, intervenendo nell'Aula di Montecitorio nel corso di un question time al ministro dell'Economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, sui contratti derivati stipulati dal Mef. "Per ben sette volte - ha continuato -, due anni fa, il ministro Padoan si e' rifiutato di dar conto dei contratti derivati, si e' rifiutato di concedere l'accesso agli atti. Cosa c'e' da nascondere? Cosa vuole nascondere il ministro Padoan? Forse il fatto che i contratti erano squilibrati? L'opacita' - ha sottolineato Brunetta - rende dubbio il bilancio dello Stato. Il ministro dell'Economia, con questo atteggiamento, falsifica i conti pubblici. E adesso e' indecente che lo stesso ministro abbia letto la lettera di trasmissione dei documenti richiesti dalla Commissione d'inchiesta sulle banche. Il Mef ha inviato solo documenti gia' pubblici corredati da tre paginette, assolutamente non rispondenti dalla richiesta fatta dalla Commissione. Per questa ragione il ministro prende in giro il Parlamento, falsifica il bilancio dello Stato e per questa ragione la Corte dei Conti lo ha denunciato. Rispondera' di tutto questo alla Commissione parlamentare d'inchiesta che, con i poteri della magistratura, chiedera' conto Padoan delle sue azioni", ha concluso Brunetta.

Categoria:

Regione: