Progetto alternanza scuola-lavoro

Salone Libro: al via progetto studenti 'Lavorare con i libri'

Salone Libro: al via progetto studenti 'Lavorare con i libri'
Si tratta di un ciclo di sette incontri di due ore ciascuno, in cui le piu' diverse figure professionali del mondo del libro (editori ed editor, storyteller e formatori, librai, organizzatori culturali, produttori di audiolibri) raccontano ai ragazzi come un libro nasce e arriva fino al lettore: dalla progettazione editoriale fino alla vendita in libreria, dal lavoro delle biblioteche alla creazione degli eventi di promozione editoriale.
Piu' di 400 studenti della scuola secondaria superiore (350 di Torino e 60 da Ferrara, Pordenone e Rimini) potranno scoprire e imparare i segreti dei 'mestieri del libro' con il progetto di alternanza scuola-lavoro "Lavorare con i Libri", promosso dal Salone Internazionale del Libro di Torino. Si tratta di un ciclo di sette incontri di due ore ciascuno, in cui le piu' diverse figure professionali del mondo del libro (editori ed editor, storyteller e formatori, librai, organizzatori culturali, produttori di audiolibri) raccontano ai ragazzi come un libro nasce e arriva fino al lettore: dalla progettazione editoriale fino alla vendita in libreria, dal lavoro delle biblioteche alla creazione degli eventi di promozione editoriale. Al termine, tutti gli studenti interverranno al 31 Salone, dal 10 al 14 maggio 2018, dove saranno coinvolti nel supporto all'organizzazione e alla gestione delle sale e delle attivita' per i ragazzi, accoglienza e accompagnamento delle classi in visita, supporto agli editori presso gli stand, supporto ai librai, attivita' di lettura ad alta voce nello spazio Nati per leggere, attivita' nella redazione del BookBlog del Salone. "Realizzare una vasta esperienza di alternanza scuola-lavoro in un luogo dedicato al libro in tutte le sue implicazioni come il Salone di Torino - sottolinea il presidente Massimo Bray - e' una delle forme migliori in cui la scuola puo' assolvere al proprio compito di formare i cittadini di domani, perche' sono proprio i libri a difendere i valori, a tutelare la memoria, ad aprire gli orizzonti".

Categoria: