Sud Sudan

Scontri tra ribelli al confine con il Sudan, 3 morti

foto repertorio
"Stiamo lavorando per il ripristino della fiducia tra i soldati, ma quello che posso confermare e' che la maggior parte dei soldati che hanno partecipato agli scontri, ha ha lasciato le proprie postazioni", ha detto il funzionario ribelle al Sudan Tribune.
Juba, 5 dic. - Ieri, alcuni miliziani della fazione ribelle del Sud Sudan, South Sudan United Movement/Armed Forces (SSUM/A), hanno ingaggiato uno scontro a fuoco che ha causato la morte di almeno 3 persone. A riferirlo e' il quotidiano Sudan Tribune, che cita le dichiarazioni di un alto funzionario dei ribelli fedele al generale Peter Gatdet Yaka, che ha confermato come l'incidente sia avvenuto in un'area di confine sconosciuta. "Stiamo lavorando per il ripristino della fiducia tra i soldati, ma quello che posso confermare e' che la maggior parte dei soldati che hanno partecipato agli scontri, ha ha lasciato le proprie postazioni", ha detto il funzionario ribelle al Sudan Tribune. I combattimenti, secondo alcuni testimoni oculari citati dal quotidiano sudanese, sono scoppiati dopo l'arresto dell'ex capo dell'intelligence militare dei ribelli, sostituito proprio dal generale Gatdet con suo nipote. Nel 2015, Gatdet ha abbandonato il principale movimento di opposizione armata del Sud Sudan guidato dall'ex vice-presidente Riek Machar e ha formato il SSUM / A. Al momento il generale Gatdet vive a Khartoum.

Categoria: