economia

Imprese 4.0: 62 mila posti vacanti, piu' richiesto 'developer'

Imprese 4.0: 62 mila posti vacanti, piu' richiesto 'developer'
Roma, 7 dic. - In termini di peso relativo - fa notare lo studio - su 100 occupati 3,3 sono riconducibili alle professioni Ict, mentre solo 1 su 100 e' un "professionista Ict ad elevata qualificazione". In termini assoluti l'occupazione nelle professioni Ict ha raggiunto nel 2016 le 755 mila unita', con un incremento di 82 mila addetti rispetto al 2011: in sei anni, mentre l'occupazione totale rimaneva pressoche' stazionaria, nel perimetro delle professioni Ict gli addetti sono aumentati del 12,2%.
In termini assoluti l'occupazione nelle professioni Ict ha raggiunto nel 2016 le 755 mila unita', con un incremento di 82 mila addetti rispetto al 2011: in sei anni, mentre l'occupazione totale rimaneva pressoche' stazionaria, nel perimetro delle professioni Ict gli addetti sono aumentati del 12,2%. Gli "specialisti Ict" sono oggi pari a 234 mila, con un incremento di circa 80 mila nei sei anni considerati: fra il 2011 e il 2016 sono cresciuti del 52%. Il diverso ritmo del cambiamento impresso dal digitale rispetto al resto dell'economia appare evidente se si considera che le 111 mila imprese digitali attive crescono fra il 2011 e il 2017 del 17,6%, passando dall'1,8% al 2,2% sul totale delle imprese attive italiane; inoltre, cge le imprese attive nel settore del commercio al dettaglio via Internet sono raddoppiate nell'arco di sei anni (+99,6%), passando da poco piu' di 8 mila a quasi 17 mila. Il rapporto fa notare anche che nel giro di due anni accademici (2015-2016 e 2016-2017) il numero degli iscritti ai corsi di studio nell'area "digitale" all'interno della classe scientifica dei corsi delle nostre universita' e' aumentato del 6,8% contro il 2,8% dell'intera area scientifica (la "ripresa" degli iscritti totali in tutte le universita' e classi di studio si e' fermata allo 0,9%); i laureati dei corsi di studio "digital" sono aumentati, nell'anno accademico 2015-2016, del 7,8% rispetto all'anno accademico precedente (37 mila 540 laureati), contro il 2,0% del totale di ambito scientifico e l'1,1% di tutti i laureati nell'anno. Infine, da sottolineare che il fatturato del mercato digitale e' stimato in aumento del 2,3% nel 2017, contro l'1,5% del Pil; fra il 2017 e il 2019 e' atteso un incremento del valore pari a 3,8 miliardi di euro; il valore degli acquisti on line dei consumatori italiani e' cresciuto del 21,3% nel 2016.

Categoria: