Seduta d'Aula ad alta tensione

Sicilia, Ars: "Deputato mostra voto, tensioni. Annullata votazione"

Sicilia, Ars: "Deputato mostra voto, tensioni. Annullata votazione"
Immagine di repertorio
Il deputato Udc Giovanni Bulla, durante la terza votazione per eleggere il presidente dell'Ars, si e' alzato in piedi e ha mostrato la sua scheda con il nome del candidato per il quale avrebbe votato. Questo gesto ha suscitato forti proteste
Il presidente di turno Alfio Papale ha deciso, dopo una breve sospensione della seduta d'Aula, la distruzione delle schede e l'annullamento della votazione che sara' ripetuta. Secondo una ricostruzione dei fatti, il deputato Giovanni Bulla, eletto a Catania, alla sua prima esperienza da parlamentare, si e' alzato, e' andato a votare ed e' uscito dalla cabina elettorale con la scheda aperta dove c'era scritto il nome di Gianfranco Micciche'. Il collega e assessore Mimmo Turano e' subito intervenuto per chiudere la scheda. I primi a notare il gesto sono stati i deputati del M5s che subito hanno gridato al "voto controllato". Proteste anche da area Pd. Il regolamento dell'Ars detta all'articolo 133 che il presidente ha facolta' di annullare l'intera votazione in caso di irregolarita', proprio come ha deciso Alfio Papale. L'Aula, dopo una breve sospensione, e' ripresa intorno alle 12.45, tra rinnovate tensioni per la ripetizione della terza votazione a scrutinio segreto.

Categoria: