Giustizia a luci rosse

Il consigliere di Stato Bellomo indagato per estorsione

Il consigliere di Stato Francesco Bellomo
Il consigliere di Stato Francesco Bellomo è indagato a Bari per estorsione. La procura barese, che nei giorni scorsi aveva aperto un fascicolo d’indagine senza ipotesi di reato, sulla base di alcuni elementi acquisiti ipotizza ora che il magistrato amministrativo abbia obbligato alcune sue allieve della Scuola di formazione per magistrati a presentarsi ai corsi in minigonna, tacchi a spillo e con trucco marcato e preteso che non fossero sposate. La vicenda era stata denunciata dal padre di una studentessa. La Procura di Bari ritiene di essere competente ad indagare anche perché una sede della scuola di formazione “Diritto e Scienza” di Bellomo ha sede anche nel capoluogo pugliese, città in cui il magistrato amministrativo risiede. Nel corso dell’indagine il procuratore aggiunto Roberto Rossi, titolare del fascicolo, convocherà in qualità di testimoni alcuni degli scritti al corso e procederà all’acquisizione di altri documenti (anche di natura fiscale) nella scuola.

Categoria: