Al Teatro Colosseo di Torino

“Dorian Gray. La bellezza non ha pietà”, lo spettacolo prodotto da Pierre Cardin arriva sotto la Mole

Dopo i trionfi di Parigi, Barcellona e Atene, anche l’Italia al Teatro Sistina di Roma ha omaggiato Pierre Cardin e i suoi settant’anni di carriera ospitando lo spettacolo da lui prodotto intitolato “Dorian Gray. La bellezza non ha pietà”. Dalla città del Colosseo questo show di cui anche i costumi portano la firma del couturier si è spostato a Torino dove rimarrà in scena dal 13 al 16 febbraio

Bel modo di festeggiare i suoi 70 anni di carriera: Pierre Cardin ha prodotto uno spettacolo che ha portato in tournè in Europa e che, dopo aver conquistato il pubblico francese, greco e spagnolo, sta conquistando anche il pubblico italiano. Dopo la “prima” al teatro Sistina di Roma degli inizi di febbraio “Dorian Gray. La bellezza non ha pietà” si sposta al teatro Colosseo di Torino dove rimarrà in scena dal 13 al 16 febbraio.
Il grande couturier di origini italiane ha voluto fortemente questo spettacolo perché i talenti italiani di oggi dessero vita a un “capolavoro” che portasse sul palco il tema della bellezza e della sua immortalità, ispirandosi al romanzo di Oscar Wilde, con il linguaggio sofisticato ed eclettico del teatro musicale.
Il risultato è che lo spettatore si ritrova catapultato all’interno di una trama psicologica e spirituale, tra intensi monologhi teatrali e arie musicali che vanno dall'orchestrale al rock contemporaneo. Il protagonista e la fisicità della sua anima sono immersi in videoproiezioni e disegni di luce che formano geometrie oniriche proiettate su più livelli di profondità.
Ognuno a suo modo può così entrare in un rapporto intimo ed emotivo con il protagonista che va oltre la quarta parete. Ideatore dell’opera, testi e musiche, è il compositore Daniele Martini mentre la direzione artistica e le scenografie sono firmate dall’ingegnere e designer Rodrigo Basilicati. Il nuovo allestimento sulla regia originale di Wayne Fowkes è di Emanuele Gamba.
L'interpretazione del leggendario personaggio di Oscar Wilde è affidata a Federico Marignetti, attore che nel 2014 ha riscosso grande successo nei panni di Romeo in “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo”, con la regia di Giuliano Peparini e prodotto dal grandissimo David Zard, appena scomparso. Accanto a lui, nel ruolo dell’anima di Dorian, Marco Vesprini e Thibault Servière.
Dopo la tappa torinese “Dorian Gray. La bellezza non ha pietà” si sposterà al Teatro degli Arcimboldi di Milano dal 4 al 6 maggio, poi al Teatro delle Celebrazioni di Bologna dall’11 al 12 maggio, per arrivare tra giugno e agosto 2018 al Petruzzelli di Bari, al San Carlo di Napoli e alla Fenice di Venezia.

style="display:inline-block;width:700px;height:450px"
data-ad-client="ca-pub-6299606116180155"
data-ad-slot="1425394020">