Docufilm di Volfango De Biasi coinvolge in sala 5000 alunni di 9 città italiane

"Crazy for football" porta al cinema gli studenti romani e di tutta Italia

Dopo aver conquistato il David di Donatello come miglior documentario e una menzione speciale ai Nastri d’Argento lo scorso anno, il docufilm di Volfango De Biasi è tornato in sala per una proiezione speciale. Spettatori particolari hanno riempito le poltrone del cinema Adriano: 450 studenti romani

L’iniziativa, che per l’occasione è stata declinata in "Crazy for football at school2, ha ricevuto il plauso di istituzioni e personaggi di spicco del mondo sportivo, dello spettacolo e della politica.
L’opera è stata molto apprezzata dall’ex difensore della Nazionale e attuale vicecommissario della Federcalcio, Alessandro Costacurta, che appena scorsi i titoli di coda ha affermato: “E' un bellissimo film, che mi ha emozionato e che racchiude la vera essenza dello sport”. Parole che fanno eco agli apprezzamenti espressi in passato dal suo collega e leggendario capitano della As Roma Francesco Totti, ma anche da professionisti della macchina da presa come Carlo Verdone, Lillo e Greg, il Trio Medusa, Nino Frassica, Paolo Calabresi, Paolo Ruffini ed Eleonora Giovanardi.
Il documentario, prodotto da Skydancers con Rai Cinema, è stato realizzato proprio per parlare dei ragazzi che presentano problemi mentali e, attraverso l’informazione, oltrepassare ostacoli di integrazione che possono incontrare. Molti dovuti a pregiudizi e luoghi comuni che alimentano paura e preoccupazione.
"Il film", ha aggiunto Costacurta, rivolgendosi ai ragazzi, "racconta la storia di chi come me sognava di arrivare in Nazionale ed è riuscito a realizzare questo desiderio".
Il progetto è curato dall'organizzazione no profit Ecos (European culture and sport organization) ed è stato realizzato grazie al finanziamento erogato dall'Uefa, con il patrocinio della Figc e il sostegno della società di comunicazione Hdrà. Nelle prossime settimane si ripeterà anche anche a Napoli, Venosa, Bari, Saronno, Milano, Torino, Sulmona e Foggia, arrivando a coinvolgere circa 5.000 studenti.

style="display:inline-block;width:700px;height:450px"
data-ad-client="ca-pub-6299606116180155"
data-ad-slot="1425394020">