Le immagini sotto ritraggono due generali americani. Quello a sinistra è il “General of the Army” Dwight Eisenhower, l’architetto della vittoria americana nel teatro europeo della Seconda Guerra Mondiale e in seguito Presidente degli Stati Uniti.
Avendo saturato il mercato terrestre per le guerre, gli Stati Uniti ora meditano di creare una nuova forza armata dedicata ai combattimenti spaziali—per il momento etichettata con il nome generico di “Space Corps”.
È anche vero che re duellanti e vendette dinastiche sono il pane della tradizione letteraria persiana. L’epica nazionale—lo Shāh-Nāmeh, il ”Libro dei Re”, del poeta persiano Ferdowsi (935-1025)—dedica sessantamila coppie di versi in rima al racconto delle conquiste eroiche
Il gas “nobile” elio—il secondo elemento della tavola periodica, con il simbolo “He”—nella percezione popolare ha due importanti utilizzi: i palloncini gonfiati con la sostanza galleggiano simpaticamente nell’aria e, inalato, fa temporaneamente parlare con la voce di Paperino. È incolore, inodore, insapore e inerte. Non fa male a nessuno.
La popolazione indiana di 1,3 miliardi di persone è all’80% indù, una fede che assegna una particolare sacralità alle vacche. Non devono essere in nessuna maniera molestate, tantomeno uccise e mangiate.
Parecchi paesi islamici moderati avevano rilassato il divieto, anche perché si era notato come i turisti evitavano quei posti che obbligavano a bere la limonata con il pesce. Ora, con l’ondata di “purificazione” che sta travolgendo l’Islam—di cui l’Occidente vede principalmente l’aspetto terroristico—molti degli stessi governi tentano di dimostrare la propria ortodossia rimandando all’indietro le lancette riguardo al bere
Chiunque abbia mai dovuto spingere un mezzo tappo sbriciolato giù nel collo della bottiglia per arrivare nalmente al vino conosce la minore delle difficoltà. I distributori che devono smerciare il prodotto ritto sugli scaffali ne conoscono un’altra: i tappi si seccano, restringendosi, se la bottiglia non è conservata sul fianco.
Per dare credibilità alla minaccia, per rendere la bomba uno strumento efficace almeno dal punto di vista diplomatico, bisognava generare l’impressione di una misurata dose di follia nella catena di comando per creare l’ipotetica possibilità che un Presidente mentecatto potesse davvero perdere le staffe a tal punto da premere il bottone rosso.
L’atomica è per certi versi un’arma inefficace

Pagine

Abbonamento a Nota Diplomatica