Orrore nel Veronese

Giovane donna fatta a pezzi e data in pasto ai cinghiali

Valeggio sul Mincio
Il luogo del ritrovamento del cadavere a Valeggio sul Mincio.
Identificata la vittima del brutale omicidio avvenuto alcuni giorni fa a Valeggio sul Mincio: è di una marocchina, con regolare permesso di soggiorno in Italia, il cui corpo è stato dilaniato da animali selvatici. Si cerca l'ex marito
E' di una giovane donna marocchina, con regolare permesso di soggiorno in Italia, il corpo fatto a pezzi con una sega a motore trovato il 30 dicembre e poi sparpagliato in una decina di sezioni in un campo di ulivi a Valeggio sul Mincio, nel Veronese. La quarantaseienne abitava a Verona e si guadagnava da vivere con lavori saltuari, come badante e addetta alle pulizie. Era separata da tempo dal marito, che ora gli investigatori stanno cercando. L'identificazione è arrivata grazie alle impronte digitali rilevate dal medico legale che ha eseguito l'autopsia. Ora gli inquirenti stanno passando al setaccio le frequentazioni della donna, partendo dalle persone che le stavano più vicine, per arrivare al killer. E' probabile che l'omicida conoscesse molto bene la zona e che abbia sparpagliato i resti proprio lì nella speranza che venissero divorati dai cinghiali.

Categoria: