Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che inviiJames Joyce

The Voice of Italy: ecco la squadra di Francesco Renga

di Stefania Fiorucci
Si sono concluse le “Blind Audition” del talent show di Raidue. Sono 48 i concorrenti che sono riusciti ad accedere alla parte “vera e propria” del programma suddivisi in quattro squadre. Iniziamo a conoscere i cantanti del cantautore udinese
Gli agguerriti concorrenti del team Francesco scaldano le voci
Francesco Renga.

In tanti hanno sfilato davanti alla giuria di The Voice of Italy, durante le quattro puntate delle “blind audition”, per cercare di partecipare alla fase più “calda” del talent show. Al Bano, J Ax, Cristina Scabbia e Francesco Renga si sono espressi suscitando a volte, negli eliminati, anche reazioni anomale. Quarantotto aspiranti vincitori sono stati selezionati per darsi “battaglia” a suon di canzoni. Ognuno di loro ha scelto la squadra in cui “combattere”: ora i quattro giudici si trovano con 12 artisti a testa da consigliare, da spingere, da incoraggiare. Ma chi sono queste “ugole d’oro” che stanno cercando di fare della musica il loro mestiere della vita?

Ecco i primi, magnifici 12, ovviamente non è una classifica, che gareggeranno nella squadra guidata da Francesco Renga.

Annalisa Perlini

E’ una “nipote d’arte, visto che la sua bisnonna, che si chiamava Amanzia, le ha fatta scoprire la musica attraverso i canti dialettali con cui la cullava da piccola. La ventenne di Talamona, in provincia di Sondrio, per ringraziarla si è fatta tatuare il suo nome sulla pelle per non dimenticarsi mai, anche solo per un momento, delle origini del suo talento. Per inseguire il suo sogno, quello di diventare cantante, ha lasciato un lavoro da cassiera e si è presentata alle audizioni di “The Voice of Italy” con la canzone “Il mondo prima di Te” di Annalisa. Brano dedicato, ovviamente, a bisnonna Amanzia.

Mirco Pio Coniglio

Il suo mito è Laura Pausini, visto che, quando andava in macchina dal suo paese d’origine, la Calabria, a Roma, la mamma metteva sempre il cd con le sue canzoni. E’ merito di mammà se quindi questo ventunenne di Reggio Calabria si è appassionato alla musica con la speranza di farne un giorno il suo mestiere. Si è iscritto al suo primo talent show canoro all’insaputa dei genitori, che lo hanno scoperto solo a cose fatte. Alla giuria e al pubblico presenta la canzone “Piccola Anima” di Ermal Meta ed Elisa. Dedicata, così come anche la sua partecipazione a “The Voice of Italy”, alla sua miglior e amica volata via troppo presto.

Virginia Mellino

Come puoi non crescere con la passione per la musica se tuo papà è un appassionato di karaoke e tu  hai stretto il tuo primo microfono tra le mani quando avevi appena cominciato a camminare? Questa più o meno è la storia di Virginia Mellino, diciottenne di Livorno che al momento frequenta il liceo linguistico. Cantare l’ha anche aiutata ad affrontare una improvvisa malattia della mamma: davanti alla giuria interpreta “California Dreamin”, dei Mamas e The Papas.

Laura Ciriaco

La musica è già la sua vita, visto che è una insegnante di canto. La pescarese Laura Ciriaco ha deciso di far capire ai suoi studenti che certe volte è importante mettersi alla prova, sfidare i propri limiti in prima persona, partecipando al talent di Raidue. A 33 anni è ancora piena di energia e di entusiasmo, merito forse dei suoi “ragazzi”. Il suo cavallo di battaglia per incantare la giuria è “Human” di Rag’n Bone Man.

Giovanni Saccà

In un’epoca in cui le contaminazioni tra generi sono sempre più frequenti, e fortunate, capita che un tenore come Giovanni Saccà voglia sfidare sé stesso a suon di musica moderna. Il ventitreenne di Sant’Alessio Siculo, almeno psicologicamente, non è solo in questa impresa: a sostenerlo e fare il tifo per lui nonno Mimmo, che sicuramente non perderà un attimo della sua canzone, ovvero “Who Wants To Love Forever” dei Queen.

Daniele Gentile

Come ha scoperto di avere una bella voce il diciottenne Daniele Gentiel? Cantando per gli invitati alla sua cresima quando era appena tredicenne. Da allora le sette note gli sono entrate nel sangue ed è diventato un grande appassionato dei più bei nomi della musica italiana. Da Bari a Milano per The Voice of Italy, saprà farsi apprezzare con “You Are My Destiny” di Paul Anka.

Alberto Lionetti

Non è un artista che passa inosservato: nonostante i suoi diciannove anni, ha ben chiaro quello che vuole davvero: entrare nel mondo della musica distinguendosi dagli altri per energia e originalità. Per questo ha lasciato la scuola a sedici anni iniziando a esibirsi con il suo gruppo nei locali della zona. A modo suo, è un figlio d’arte: suo padre è diplomato al conservatorio. Cercherà di stupire con “Blurred Lines” di Robin Thicke.

Michelangelo Falcone

Non ha ancora raggiunto la maggiore età Michelangelo Falcone di La Spezia, ma vuole già ripercorrere le orme di suo nonno che aveva una band. Oggi il diciassettenne si esibisce nei locali della zona dove le teenager impazziscono per lui: un po’ per la musica, un po’ perché è davvero un bel ragazzo. Cercherà di stregarle tutte anche quelle a casa, con il brano di Cesare Cremonini “La nuova stella di Broadway”.

Antonello Carrozza

Come puoi non cercare di ritagliarti un tuo spazio nel mondo della musica se tua mamma è una cantante lirica e tuo papà è dj? Antonello Carrozza, trentaduenne di Campobasso che ha avuto familiarità con le note prima ancora di nascere, si è iscritto al conservatorio dove si è diplomato in pianoforte, poi, lo scorso anno, ha partecipato all’edizione russa di “The Voice” dove ha riscosso un grande successo personale. Spera di bissare con “Neutron Star Collision” dei Muse.

Asia Sagripanti

Per questa diciannovenne di Pordenone, cantare accompagnata dalla chitarra è una delle cose che la fa sentire meglio nella vita. In fondo canta da quando aveva appena sette anni. Per il suo talento ha già vinto borse di studio e si è già esibita in alcuni locali tra Padova e Milano. Dopo la dolorosa scomparsa della mamma, è il papà a essere il suo più grande e appassionato fan. A “The Voice of Italy” presenta “Careless Whisper” del grande George Michael.

Mirko Carnevali

La sua passione è il rock and roll, che domina tutta la sua vita. Anche il suo aspetto è molto “rock”: il trentatreenne mantovano Mirko Carnevali ci tiene tantissimo, e si mantiene in forma facendo tanto sport. Per questo, quando sale sul palco, fa sempre la sua bella figurina, con una presenza scenica di tutto rispetto. Canterà il brano dei Nirvana “Smells Like Teen Spirit”.

Marica Fortugno

Il suo cuore è diviso tra il suo primo amore e il suo grande amore. Stiamo parlando di pallavolo e canto, le vere passioni della ventenne Marica Fortugno. Ma se nella pallavolo deve essere sempre concentrata e non si può lasciare andare alle emozioni, per non esporre troppo il fianco alle avversarie, nella musica si può esprimere in libertà fino in fondo. Per lei partecipare a “The Voice of Italy” non sarà una competizione ma un vero piacere: canterà “La Musica non c’è” di Coez.