Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Come un bel fiore smagliante privo di profumo, altrettanto belle ma prive di frutto sono le parole di colui che non agisca conforme a loro.Gautama Buddha

Una rete internazionale per l'ecologia integrale. Ispirata da Papa Francesco

di Marco Restelli
«Tutto è connesso», spiegava l'enciclica papale «Laudato si'». Della stretta relazione uomo-ambiente dal punto di vista cristiano si parlerà in Vaticano il 26 maggio. Nell'ambito del Festival italiano dello Sviluppo Sostenibile
Il pianeta terra nelle nostre mani

Il Festival italiano dello sviluppo sostenibile, che si svolgerà dal 22 maggio al 7 giugno 2018, avrà un importante appuntamento anche in una università pontificia. La cosa non stupisce: è ben nota la sensibilità di Papa Francesco alla strettissima relazione uomo-ambiente, una sensibilità di cui è stata espressione nel 2015 l'enciclica papale Laudato si' (scaricabile qui in pdf). L'enciclica, come si sa, prendeva il suo nome da alcuni versi del Cantico delle Creature di San Francesco d' Assisi (1181-1226) che dicevano: «Lodato sii, mio Signore, per sorella acqua...lodato sii mio Signore per fratello fuoco...lodato sii mio Signore per sorella nostra madre terra che ci nutre e ci governa...».

Verso una Rete Internazionale per l’Ecologia Integrale è il titolo del convegno che si terrà alla Pontificia Università Antonianum (università cattolica dei Frati minori francescani con sede a Roma in Via Merulana) il 26 maggio 2018. Scopo del convegno è definire e approfondire, con un approccio interdisciplinare, il concetto di "ecologia integrale" contenuto nell'enciclica papale, intesa come armonia fra natura e cultura con la persona umana al suo centro. L'ecologia integrale comprende tutte le interazioni tra l'ambiente naturale, la società e le sue culture, le istituzioni e l'economia, perché appunto «tutto è connesso» (come dice l'enciclica papale) e la questione ambientale va affrontata in questa prospettiva antropologica. 

Il convegno romano produrrà anche un libro e comporterà la formazione di una commissione di studiosi che si riuniranno tre volte all'anno per continuare le ricerche e creare una rete internazionale sulle tematiche dell'ecologia integrale.

Ecco il programma del convegno del 26 maggio a Roma: convegno su Ecologia Integrale

15:30 Ecologia e Francescanesimo
Giuseppe Buffon (Pontificia Università Antonianum, Roma);

15:50 La responsabilità condivisa per la cura della casa comune nella «Laudato si’»
Ercole Amato (Università Internazionale per la Pace, Roma);

16:20 La collocazione interdisciplinare dell’Ecologia Integrale
Ivan Colagè (Pontificia Università Antonianum, Roma);

16:40 “Rete Internazionale per l’Ecologia Integrale”: prospettive strategiche e operative
Paolo Cancelli (Pontificia Università Antonianum, Roma);

17:00 Coffee break

17:20 La bioeconomia: un’economia per la casa comune
Silvio Franco (Università della Tuscia, Viterbo);

18:00 Un'economia aziendale a dimensione di ogni uomo e di tutto l'uomo
Antonino Clemenza (Pontificia Università Antonianum, Roma);

18:30 Fine dei lavori