Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuoreNelson Mandela

"Tito e gli alieni", dal 7 giugno al cinema una favola piena di speranza con Valerio Mastandrea

di Redazione Spettacoli
Una favola fantascientifica piena di speranza e tenerezza, che parla dell'impossibilità di dimenticare le persone care. Arriva al cinema il 7 giugno "Tito e gli alieni", con Valerio Mastandrea e la partecipazione di Gianfelice Imparato
Parla di alieni e persone care la commedia fantascientifica diretta da Paola Randi
"Tito e gli alieni", miglior film e miglior attore al Bifest 2018, dal 7 giugno al cinema

Ha già ricevuto il plauso della critica al Festival di Torino del 2017, e al Bifest 2018 si è aggiudicato il Premio Ettore Scola per la miglior regia e il Premio Gabriele Ferzetti per la migliore interpretazione maschile. Arriva al cinema il 7 giugno la commedia fantascientifica Tito e gli alieni, opera seconda della regista milanese Paola Randi (il suo debutto avvenne nel 2010 con Into Paradiso) interpretata da Valerio Mastandrea. Un film pieno di poesia e creatività, “una favola che riguarda tutto noi” come l’ha definito lo stesso protagonista.

La storia è quella di uno scienziato che tutti chiamano “il Professore” (Mastandrea); da quando è rimasto vedovo, l’uomo vive completamente isolato in Nevada, proprio accanto alla segretissima zona militare dell’Area 51. Qui dovrebbe lavorare a un progetto governativo, ma in realtà trascorre le sue giornate ad ascoltare i suoni provenienti dallo Spazio, sdraiato su un divano. La sua vita tranquilla cambia all’improvviso, quando gli arriva un messaggio da Napoli: il fratello sta morendo, e vuole affidargli i figli (Anita di sedici anni e Tito di sette).

I ragazzi arrivano quindi negli Stati Uniti convinti di trovare Lady Gaga, l’atmosfera magica di Las Vegas e tutti i miti sugli States che hanno imparato a conoscere dalla televisione. Invece si ritrovano a vivere con uno zio bizzarro e inconcludente, in una zona in cui si dice vivano gli extraterrestri. Ma a salvare il Professore pigro e con poca voglia di vivere, sarà proprio il piccolo Tito, convinto di poter ascoltare la voce del padre dallo spazio.

"Questo film è una favola pensata e girata da un alieno come è la nostra regista Paola Randi” - ha dichiarato a Torino Valerio Mastandrea (interprete di film come La prima cosa bella, Romanzo di una strage, Perfetti sconosciuti). “E’ una favola che riguarda tutti noi, è un film che racconta anche il dolore vero, quello della perdita di una persona cara, e lo fa oggi con un registro inesplorato nel cinema italiano".

Un film sull’elaborazione del lutto e sull’impossibilità di abbandonare il ricordo delle persone care. Tito e gli alieni è prodotto da Bibi Film con Rai Cinema e distribuito da Lucky Red.