Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se nel prossimo vedi il buono, imitalo; se nel prossimo vedi il male, guardati dentro.Confucio

Dalle Dolomiti all'Adriatico: ecco Ciclability

Dalla montagna al mare in bicicletta: ecco Ciclability. Un progetto regionale che interessa il cicloturismo sempre più in espansione nell'intero Paese. E che sta portando notevoli benefici al l'economia italiana oltre alla riscoperta dell'ambiente
cicloturismo
Il cicloturismo riscuote sempre di più consensi (ciclability.it)

Dalla montagna al mare in bicicletta: ecco Ciclability. Si è svolto a Longarone Fiere (Belluno) il Workshop gratuito “Ciclability Dalla Montagna Al Mare. Un'offerta turistica innovativa.”, promosso nell’ambito di Dolomity Show 2018 da Apindustria Servizi Srl, con un progetto regionale finanziato dal POR FSE 2014-2020. Il territorio bellunese è ricco di bellezze naturali ed eccellenze che possono essere esaltate grazie all'integrazione con attività turistiche e sportive come il cicloturismo, un fenomeno in forte crescita anche in Veneto, non solo da un punto di vista strettamente ambientale, ma anche economico-produttivo.

L'evento ha visto l’intervento, dopo i saluti del Presidente della Provincia di Belluno, nonché Sindaco dell’ospitante Longarone, Roberto Padrin, di Giuliano Vantaggi, Direttore DMO Dolomiti, sul tema “Esaltare le eccellenze del territorio regionale con il cicloturismo”; per l'occasione son stati proiettati i video promozionali sulle “Ciclovia Della Claudia Augusta-Altinate” e “Ciclovia Monaco- Venezia” (patrocinato da ENAC). Il Progetto “Ciclability dalla Montagna al mare sul cicloturismo in Veneto è stato presentato direttamente da Nicola Zanon, Amministratore Unico di Apindustria Servizi Srl, Ente accreditato dalla Regione del Veneto che ha promosso l’iniziativa, avvalendosi dei Fondi Sociali Europei.

Elisa Siciliano, docente progetto “Sinergie: biciclettando tra montagna e mare”, inoltre, ha trattato l’argomento “Evoluzione del cicloturismo attraverso le best practice (casi studio)”, esponendo 2 Casi studio: Loire à Vélo, Rad Race e Ciclabile del Piave.

Si è pure trattato il tema della rivoluzione digitale dei musei veneti, a cura di Stefania Zardini Lacedelli e Giacomo Pompanin, docenti coordinatori progetto “I Musei e le Nuove Culture Digitali”.

“La riscoperta del patrimonio attraverso la riscoperta dei luoghi: l’instant silent play di Lagole” a cura di Iolanda Da Deppo, curatrice ed etnografa "Magnifica Comunità Di Cadore" e “Facebook ed Instagram per raccontare l’esperienza turistica”, a cura di llaria Pernigotti, Founder "Promozione Belluno e provincia" hanno condotto alla fase di networking conclusiva. L’auspicio per Apindustria Sevizi e Confapi Belluno è quella di procedere nel percorso di costruzione e rafforzamento di sinergie nel territorio per fare rete, mettendo in condivisione idee e progetti come quello presentato, al fine di dare concrete risposte al turista, all’Imprenditore, all’investitore esterno, a tutti gli attori in campo e portatori d’interesse, consapevoli dell’importanza dell’intera compagine bellunese e delle sue enormi potenzialità.

mountain bike
Dalle Dolomiti al Mare Adriatico in sella alla mountain-bike (ciclability.it)

Foto sotto: la bellezza delle Dolomiti (ciclability.it)