Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde

Dal 17 giugno le donne saudite potranno guidare. E i maschi protestano con #youwontdrive

Alcune donne postano foto di sè stesse alla guida, altre inseriscono immagini di auto fiammanti, altre si fotografano mentre sono al volante. Le donne saudite protestano per il diritto alla guida, che diventerà ufficiale tra un mese
Si intensifica la protesta delle donne saudite per il proprio diritto alla guida
Su Twitter la campagna contro le donne alla guida. E loro rispondono

Sarà una giornata epocale, e l’evento è sicuramente di portata storica. Dal 17 giugno le donne dell’Arabia Saudita potranno finalmente porsi al volante di un’automobile e guidare. Ciò che per noi sembra assolutamente normale, ed è un diritto acquisito, in molti paesi arabi non è affatto scontato; anzi, le donne saudite hanno il divieto di usare autonomamente l’auto, e proprio per questo hanno iniziato la loro protesta per il diritto alla guida nel 1990. All’epoca 47 donne sfidarono le autorità mettendosi al volante per le strade di Riyad: la cosa non fu accolta affatto bene se è vero che furono arrestate e punite duramente. Da allora, però, iniziò a serpeggiare tra la gente il gusto di sfidare la legge per porre fine al divieto. Nel 2011 partì un’altra campagna chiamata "Women2drivecampaign". Ebbe un gran successo su Internet ma ben pochi risultati nella vita reale.

Da diversi anni ormai la protesta è approdata anche sui social network, con donne che postano foto e video di loro stesse in auto, al posto di guida. Quattro anni fa fu lanciata la campagna #WillDriveMyself (letteralmente “mi guiderò da sola”) mentre in questi giorni è diventato virale l’hashtag #YouWontDrive, “tu non guiderai”. Si tratta di una campagna lanciata in realtà dagli uomini, contrari all’acquisizione del diritto alla guida per le loro donne. Ebbene. Le signore saudite, stanno rispondendo con lo stesso messaggio, per confermare la loro volontà di stare al volante. Molte hanno messo in mostra le loro auto, già acquistate, altre hanno postato foto mentre prendono lezioni di guida. L'hashtag, comparso lunedì, ha già superato 65 mila citazioni.

Quando si dice, “donne al volante...