Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde

La bicicletta come stile di vita in montagna

L’uso della bicicletta come modalità alternativa di trasporto e come stile di vita, delle piste ciclabili esistenti o in fase di realizzazione sul territorio regionale.
La bicicletta come stile di vita in montagna

In occasione della Giornata internazionale della Montagna, la Presidenza della Regione, in collaborazione con il Centro Europe Direct Vallée d’Aoste, organizza un incontro dedicato alla promozione della mobilità sostenibile, dell’uso della bicicletta come modalità alternativa di trasporto e come stile di vita, delle piste ciclabili esistenti o in fase di realizzazione sul territorio regionale.

L’incontro La bicicletta come stile di vita in montagna è in programma venerdì 7 dicembre 2018, alle ore 14.30, ad Aosta e sarà suddiviso in momenti di informazione e confronto all’interno della sala Maria Ida Viglino di Palazzo regionale e in un momento di attività di Gioco Ciclismo in collaborazione con il Comitato Regionale FCI Valle D’Aosta e le ASD valdostane, previsti in piazza Deffeyes, davanti a palazzo Regionale.

La Giornata internazionale della montagna è celebrata in tutto il mondo a partire dalla sua proclamazione, nell’anno 2002, da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di far conoscere l’importanza delle montagne per il pianeta, evidenziare le opportunità e le criticità dello sviluppo delle regioni montane e costruire alleanze per apportare cambiamenti positivi per i popoli e per l’ambiente di montagna.

Nel 2018 il tema proposto dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) è #Mountains Matter - Les montagnes sont importantes, e la Valle d’Aosta si propone di accrescere l’attenzione nei confronti della salvaguardia degli ecosistemi montani attraverso il comportamento dei cittadini che li abitano.

L’iniziativa sarà anche l’occasione per informare la popolazione sui progetti in corso di realizzazione nell’ambito del programma Investimenti per la crescita e l'occupazione 2014/20, Fondo europeo di sviluppo regionale.

Il programma, suddiviso in 5 assi, ha una dotazione finanziaria pari a circa 64 milioni di euro e l'asse a valere sul quale sono realizzati i progetti che verranno presentati è l'asse 4 intitolato Sostenere la transizione verso un'economia a bassa emissione di carbonio in tutti i settori, la cui dotazione è pari a 14 milioni di euro ed ha una percentuale di risorse allocate del 99,6% .

L’incontro sarà suddiviso in tre macro aree di lavoro. Dopo i saluti istituzionali dell’Assessore al Turismo, Sport, Commercio e trasporti, Claudio Restano e del Presidente della Regione Nicoletta Spelgatti, il Consigliere regionale Presidente della III Commissione, Luca Distort, introdurrà Due ruote muovono l’anima, primo momento di racconto e confronto tra lo Psicologo Daniele Vallet, il Teologo Don Paolo Papone e il biker Marco Nicoletti.

Nel secondo tavolo di lavoro, L’offerta cicloturistica valdostana dell’Associazione Valdostana Maestri di Mountain Bike, relazioneranno i maestri regionali di mountain bike Daniele Hérin, Ettore Personnettaz, Corrado Pedelì e Daniele Florio dell’International Mountain Bicycling.

Il Coordinatore regionale al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti, Paolo Ferrazzin, illustrerà la disciplina regionale sulla pratica di mountain bike.

Spazio, poi, al Sindaco di Roisan, Gabriel Diémoz che parlerà di Roisan Outdoor, un esempio virtuoso di sviluppo della pratica della mountain bike nella media montagna. L’ultimo focus riguarderà gli Interventi finanziati nell’ambito del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/2020 (FESR), Aosta in bicicletta, a cura del Dirigente del Comune di Aosta, Andrea Florio e Pista cicloturistica Grand Paradis, a cura del Funzionario regionale della Struttura edilizia, patrimonio immobiliare e infrastrutture sportive, Giovanni Zucca.