Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuoreNelson Mandela

Al Teatro di Documenti di Roma torna "Musami o Vate alle colonne del vizio"

Lo spirito di Gabriele D'Annunzio rivive nello spettacolo teatrale "Musami O Vate alle colonne del vizio", scritto diretto e interpretato da Mariaelena Masetti Zannini
Dal 19 al 22 aprile torna lo spettacolo dedicato a Gabriele D'Annunzio
La piece è di Mariaelena Masetti Zannini, in collaborazione con Emanuela Bolco

Si intitola Musami O Vate alle colonne del vizio, e dal 19 al 22 aprile sarà di nuovo in scena al Teatro di Documenti di Roma.

A tre anni dal debutto, dunque, torna lo spettacolo, scritto, diretto e interpretato dalla regista bresciana Mariaelena Masetti Zannini, in collaborazione con Emanuela Bolco, un viaggio nell’universo dannunziano, un “concerto d’anime”, un’alternanza di parole auliche e grottesca decadenza.

Il testo vuole essere una sorta di indagine erotica che aspira a ricordare i rapporti d’amore del poeta, che fece della vita un’opera d’arte, con accento particolare su un misterioso mondo femminile intriso di intimità ed esoterismo.

Il Sacro e il Profano in Gabriele D’Annunzio sono le due porte d’accesso alla veggenza del Poeta, luogo di impulsi primordiali, fra scene di vita vissuta e le ispirazioni poetiche.

Un’eraclitea struttura in circolo presenta i vari personaggi, ognuno di loro nel doppio in cui si è a Lui donato. “Vita e morte stordiscono nel vortice d’acqua che rimanda in continuo all’origine, alla nascita della tragedia, al capo in coda della serpe che si morde la coda, alla Madre, alla terrasi legge nel comunicato sullo spettacolo “Il doppio in D’Annunzio è un fantasma che vive ancora sulla sua nave, eternamente immobile laddove l’acqua si prosciuga. Avanti nel tempo, nascosto già nel futuro”. 

Il complesso ruolo del Vate protagonista è affidato a Giuseppe Talarico.

Mariaelena Masetti Zannini, autrice e regista teatrale e circense, è stata insignita di diversi premi letterari a carattere nazionali. Tra i suoi lavori più importanti si ricorda SS, uno spettacolo sulla sindrome di Stoccolma nei lager nazisti.
Ancora nel cast Lucia Rossi, già protagonista del film di Marco Risi 
Tre tocchi e in altre occasioni diretta da Pupi Avati e Gianluca Vicari.

Fra le Muse anche l’aiuto-regia Emanuela Bolco,  Priscilla Micol Marino, Elettra Olimpia e l’affermata burlesquer Giuditta Sin Infelise.

 

Musami o vate alle Colonne del vizio
Collaborazione alla regia Emanuela Bolco
Interpreti (o personaggi d'uno spirto):
Giuseppe Talarico Lucia Rossi Gabriella Giuditta Sin Infelise Emanuela Bolco Priscilla Micol Marino Jacopo Sabar Giacchino Marco Fioramanti Elettra Olimpia (Anna della Gherardesca) e Mariaelena Masetti Zannini
E con la partecipazione speciale dello spirito di Gabriele D'Annunzio

Pittura dal vivo e opere di scena di Marco Flores Fioramanti
Sonorizzazioni progetto Ube di Jacopo Sabar Giacchino
Presenze in surrealta’ in danze di Vanthill Romita Martina Leporelli Dalila Doll (Elena Marcon) e Domiziana Allevato
Allestimento scenico e costumi Alexandros Mars
Abiti d’epoca originali Coup de Théâtre
Fotografie di Caravaggio Luca
Tecnico luci e fonia Paolo Orlandelli

Un ringraziamento particolare a Gonzalo Mirabella per il contributo macchiato di sangue
Orario spettacoli ore 21.00
Domenica ore 18.30