Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se vivi sulla norma della natura, non sarai mai povero; su quella delle opinioni, non sarai mai riccoEpicuro

Bohinj, un lago idilliaco a due ore dall'Italia

di Antonio Devetag
Sulle sue acque si specchia il monte Tricorno,simbolo stesso della Slovenia. Rispetto al vicino lago di Bled è meno turisticizzato, più selvaggio, tranquillo e ideale per jogging o rilassanti passeggiate
Il lago di Bohinj in Slovenia
Il lago di Bohinj in Slovenia

Poco distante dal lago di Bled, è un attimo lasciarsi conquistare dal lago di Bohinj, il più grande lago permanente naturale della Slovenia, sulle cui acque limpidissime si riflette la sagoma del monte Triglav ( Tricorno) che della Slovenia è simbolo tanto da essere inserito nella bandiera nazionale.

Il lago si trova nel parco nazionale del Tricorno. Dalla fine della strada asfaltata parte una ripida strada bianca che porta ai rifugi in montagna, punti di partenza per le escursioni nella valle dei sette laghi all'interno del parco nazionale.  Le sue acque limpide fanno da habitat a trote, cavedani, bottatrici, sanguinerole e salmerini, quasi a garantire la sua salubrità.

Dalla sponda occidentale, nei pressi dell’albergo Zlatorog, soìi può prendere la funivia per il Monte Vogel da cui si gode una vista spettacolare sul lago di Bohinj. La cabina parte ogni 30 minuti ed il viaggio verso la cima dura 6-7 minuti: vale la pena. 

In canoa sul lago

Bohinj è la destinazione dei sogni per chi ama la tranquillità e il relax a contatto con la natura intatta, le passeggiate o lo jogging, senza negarsi un po' di adrenalina con il rafting e la pesca sportiva. Chi invece preferisce contesti più culturali, a pochi chilometri troverà Skofia Loka, considerata la più bella cittadina medioevale della Slovenia, con il suo castello che sorveglia e il piccolo centro storico variopinto, ricco di piccole botteghe storiche.

Il modo più economico per andare da Gorizia a Lago di Bohinj è quello di treno e bus che costa 6€ - 10€ e impiega 2 h 28 min. Il tragitto più veloce è con l'auto: ci si impiega meno di due ore

Antonio Devetag